Visitare Mykonos town: pochi semplici consigli

Dunque, facciamo un momento il punto della situazione. Visitare la Grecia in giugno si è dimostrata per la seconda volta una scelta vincente. Il tempo atmosferico è perfetto, ma non c’è ancora tutta quella folla da impazzire e star stretti in spiaggia come le sardine.

Quindi, giugno è un ottimo periodo per visitare Mykonos. E via col primo consiglio.

La seconda cosa che mi sento di raccomandarvi riguarda il meltemi. Fresco venticello che mi permette di girare l’isola tra salite e discese senza sudare eccessivamente, si sta dimostrando molto fastidioso negli spazi aperti, tipo sotto i mulini a vento. Scordatevi le pieghe superglamour da copertina, perché qui il vento decide di scombinarvi i piani dietro qualsiasi angolo. Quindi munitevi di elastici e/o fasce per capelli e/o cappelli per evitare danni irreparabili alla chioma (nel mio caso, avendo i capelli molto sottili, ad ogni folata le ciocche si annodano e un pezzetto del mio cuore va in frantumi perché so quello che mi aspetta poi quando dovrò pettinarmeli). Portate abiti leggeri ma con maniche lunghe o a tre quarti, un foulard per la gola se siete particolarmente sensibili alle correnti d’aria oppure lasciatevi conquistare da uno dei tanti articoli presenti nelle botteghe e che potrebbero fare al caso vostro. Occhio ai prezzi però…

E ancora. La prima volta ho visitato Mykonos town di pomeriggio. Con l’autobus da Agios Ioannis, sono giunta, passando da Ornos, alle 18 alla fermata capolinea di Fabrika. (Prezzo del biglietto acquistabile a bordo € 1,80). Ho girato la città un po’ trasportata dal flusso di turisti e un po’ a senso. I colori mi hanno colpita molto: qui è tutto un incrocio di bianco, blu e le sue sfumature comprese il verde, rosso e ciclamino. Colori decisi che accostati l’uno all’altro però creano un’armonia perfetta. Ero impreparata per il vento e un po’ confusa per la tanta gente.

Ho cenato con un gyros al piatto, molto meglio di quello della sera prima che risultava essere molto secco, e sono tornata in albergo. Il giorno dopo, ossia oggi, ho deciso di invertire l’ordine delle cose e sono andata a Mykonos town questa mattina per assaporarla anche di giorno. Molto meglio.

La cittadina era ancora mezza addormentata, pochi turisti e tanti commercianti che si affaccendavano per pulire i piccoli patii davanti alle loro botteghe. L’ho gustata molto di più e me ne sono innamorata profondamente.

Ah, anche se è molto difficile scegliere, il mio posto preferito a Mykonos town è sicuramente il porto. Non so descrivervi tutte le emozioni provate, ma ero serena, entusiasta e rilassata. Un’esplosione di colori, una gioia per gli occhi e per il cuore.

 

Quindi se avete tempo a sufficienza dedicate a Mykonos town sia una mattinata che un pomeriggio, ne godrete per motivi diversi.

Un’ultima cosa. Anche questa volta ho deciso di spostarmi in autobus e sono molto contenta della mia scelta. Intanto a Fabrika non c’è molto spazio per parcheggiare ed è lì che ha inizio la zona pedonale. Inoltre le spiagge più belle dell’isola sono raggiungibili o con l’autobus o con il bus acquatico (esperienza che mi sono riproposta di fare domenica🤞🏽) quindi a meno che non abbiate particolari esigenze, l’autobus è un mezzo molto economico e pratico per spostarvi su tutta l’isola.

Bene, le cose che vi dovevo dire ve le ho dette. Ora vado a fare un tuffo che mi sto cuocendo al sole…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...