Riassunto del mese di gennaio:

è iniziato un nuovo anno e si spera, come ad ogni capodanno, che sia un anno di svolte e di sorprese, dodici mesi di novità e di serenità, non solo personali, ma anche per gli amici più cari, soprattutto chi ha tanto bisogno in questo momento di gioia e di forza, di coraggio per andare avanti e per non abbattersi. A me il mese di gennaio piace proprio tanto, è naturale che sia per via del mio compleanno e come ho già scritto in qualche altro post precedente, a me piace molto festeggiare il tempo che passa. Credo sia la maniera più giusta per ringraziare di essere vivi e di avere la possibilità di diventare migliori ogni giorno, la migliore versione di noi stessi.

Mi sono fatta un piccolo regalo, anzi in realtà me lo ha fatto Ryanair qualche mese fa, regalandomi un buono da spendere per farsi perdonare dei disastri combinati con le varie cancellazioni di ottobre. Ho scelto, dopo un’attenta analisi, la capitale de vino per poter brindare a me stessa e alla vita in generale.

A chi mi chiede come fosse Bordeaux, rispondo che tutto sommato è molto carina, forse gennaio non è proprio il periodo migliore dell’anno per visitarla, per la presenza di pochi turisti ed anche delle poche manifestazioni organizzate, ridotte praticamente solo alla visita permanente de La Cité du Vin. Ma ogni città possiede il proprio fascino, ogni città riesce ad incantare per qualche peculiarità il proprio visitatore e nel mio caso sono rimasta completamente catturata dal colore dei mattoni dei palazzi alla luce del tramonto. Edifici alti e decorati con splendide ringhiere in ferro battuto che raccontano storie di una Francia elegante e bella, un po’ decadente in apparenza, ma molto molto affascinante.

Ho trascorso un compleanno lungo dieci giorni, perché sono assolutamente convinta che, nonostante i problemi, nonostante le sofferenze, nonostante i pensieri, la vita vada celebrata in ogni modo possibile. Ho la fortuna, mai il merito, di avere vicino alcune persone che mi vogliono bene e che ogni giorno scelgono di essermi accanto nonostante il mio carattere, ed io sono felice di questo perché posso essere me stessa in toto. Senza mai tralasciare la mia famiglia che mi supporta (e mi sopporta) in tutte le cose che faccio.

Il mese di gennaio è stato ricco di amicizia e di sorrisi, ora attendiamo di scoprire cosa ci riserva il mese di febbraio, tanto la domanda resta poi sempre la stessa…

 

WHERE TO NEXT?

1517593681297

Scritto da lamiavaligiapretapartir

Sono Alice e amo viaggiare. Ho tanti sogni e non voglio lasciarli tutti nel cassetto. Qualcuno lo porto in valigia con me in giro per il mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...